Progettare tartufaie e coltivare tartufi

Progettare un impianto di tartufaia. Sesto di impianto, quantità di piante da mettere a dimora, tipo di irrigazione adeguato. Una fase da non sbagliare.

Progettazione impianti

Una guida su come predisporre la vostra tartufaia

La progettazione di un nuovo impianto di tartufaia è una fase molto delicata e importante che, sin dalle primissime fasi di lavorazione, deve essere accuratamente valutata.

Agrituber offre due livelli di progettazione:

In prima istanza, una progettazione basilare, che viene fornita verbalmente per offrire tutte le necessarie delucidazioni.

Un secondo livello di progettazione più ampio ed esaustivo è necessario soprattutto in presenza di richieste legali e di finanziamento (es. PSR). Si devono, infatti, prevedere delle relazioni tecniche agronomiche, pedologiche e grafiche, che vengono eseguite da un agronomo competente e che possono comportare anche 1-2 mesi di indagini e lavoro e, dunque, di attesa. Questa seconda fase di progettazione di un impianto tartufigeno è consigliabile solo per coloro che obbligatoriamente necessitano di presentare ad enti esterni, quali Regione e Provincia, documenti legali finalizzati a specifiche richieste. La spesa di rilascio di questa documentazione viene valutata caso per caso.